skip to Main Content
info@ilvasodipandora.org

In cosa i pensieri intrusivi traumatici sono diversi da altri tipi di ricordi

In Cosa I Pensieri Intrusivi Traumatici Sono Diversi Da Altri Tipi Di Ricordi

La psicologa Anke Ehlers (2010) ha spiegato che ci sono almeno 4 modi in cui i pensieri intrusivi differiscono da altri tipi di ricordi.

  1. Le intrusioni sembranoessere presenti ora” rispetto agli altri ricordi. Ovvero, anche se siamo consapevoli che le immagini, le sensazioni o i ricordi rappresentano la nostra esperienza passata, li sentiamo comunque fortemente in quel momento presente. Sebbene questo sia particolarmente vero per i flashback, anche le altre intrusioni riflettono questo senso di “essere presenti ora”
  2. Le intrusioni inoltre sembrano più frammentate e sconclusionate rispetto agli altri ricordi, che di solito sono accompagnati da caratteristiche più contestuali. Un’intrusione sorge, invece, come un’immagine singola, un breve fotogramma accompagnato da un’emozione forte
  3. Le intrusioni differiscono dagli altri ricordi anche perché sono innescate da un ampio range di stimoli, tra cui alcuni che potrebbero essere al di fuori della nostra consapevolezza
  4. Infine le intrusioni provocano più disagio rispetto agli altri ricordi

Perché abbiamo i pensieri intrusivi ? Dopo il trauma, le nostre menti lavorano duramente per riguadagnare un senso di sicurezza e controllo e per proteggerci da pericoli futuri. Ripercorrere nuovamente i nostri ricordi ci può aiutare ad elaborarli, quindi a processarli. I ricordi intrusivi sembrano abbinarsi a momenti in cui, durante il trauma, il nostro sé psicologico o fisico si è sentito più minacciato, e forniscono una ricca informazione sensoriale che potrebbe aiutare a evitare traumi futuri.

Le intrusioni sono “richiedenti”, catturano e dirottano la nostra attenzione. Rendono difficile concentrarsi su qualsiasi altra cosa che non sia il trauma, come altri pensieri o quello che ci accade intorno.

Le intrusioni solitamente diminuiscono nel tempo, e diventano meno frequenti e meno angoscianti. I pensieri intrusivi possono sorgere anche quando le nostre menti sono impegnate nel duro lavoro di integrazione e quindi di guarigione. Integrare le nostre esperienze prima e dopo il trauma richiede tempo e impegno.

 

Riferimenti

  • Ehlers, A. (2010). Understanding and treating un wanted trauma memories in post-traumatic stress disorder. Zeitschrift fur Psychologie, 218(2), 141-145
  • Goldsmith Turow, R. (2017). Mindfulness Skills for Trauma and PTSD. Norton & Company.
Back To Top