vai al contenuto principale

Breve esercizio di gentilezza amorevole

Questa breve meditazione di gentilezza amorevole ti permetterà di trattare te stesso nello stesso modo in cui la persona più amorevole che hai conosciuto tratterebbe te. Con le stesse parole, con lo stesso modo compassionevole, gentile e di supporto.

E ORA METTITI IN UN POSTO TRANQUILLO, SPEGNENDO IL CELLULARE, SIEDITI COMODAMENTE E, SE PUOI, CHIUDI GLI OCCHI
E ora quando ti senti pronto comincia a portare nella tua mente una persona da cui ti sei sentito amato in modo incondizionato. Può essere un familiare, un parente, un amico, un professore, …può essere una persona viva o morta. Anche un animale. Puoi anche pensare a un personaggio pubblico compassionevole, o a un attore o un personaggio di un libro o di un film.

E ora piano piano concentrati su quella persona e connettiti con il suo amore. Senti la sensazione di gentilezza amorevole quando questa persona era presente. Pensa al suo bene, a come ti sentivi quando eri con lei: protetto, capito, non giudicato, amato….stai con queste sensazioni man mano che sgorgano spontanee dalla tua memoria. Stai lì e senti il suo amore.

E ora immagina di rivolgere quella stessa gentilezza amorevole a te stesso. Come ti parlerebbe o tratterebbe quella persona se ti sentisse così sofferente, triste, vergognoso? Che tipo di parole amorevoli userebbe? Usa quello stesso tipo di parole, di amore e rivolgili a te stesso. Resta lì per tutto il tempo che vuoi e, quando senti di voler concludere questo breve esercizio, semplicemente apri gli occhi.

Torna su