vai al contenuto principale

Attenzione consapevole e memoria: un breve esercizio di attenzione sul presente

Attenzione consapevole e memoria: un breve esercizio di attenzione sul presente.

Quando poniamo attenzione con consapevolezza, agevoliamo la creazione di ricordi nuovi e vividi, in quanto utilizziamo l’intera gamma di percezioni: nel focalizzarci su una foglia, ad esempio, possiamo dirigere l’attenzione sulla forma, il profumo, la tonalità, la consistenza.

Prestando attenzione ai sensi, attiviamo la corteccia cerebrale in maniera diversa e siamo meno legati a rappresentazioni fisse basate su eventi passati: ciò ci rende più disponibili a nuovi incontri.

Prenditi un momento per assaporare questa esperienza. Scegli un oggetto nelle tue vicinanze, prendilo tra le mani e lascia che riempia i tuoi sensi mentre rimane al centro della tua attenzione per qualche momento.

Quali immagini, suoni, sapori, consistenze, aromi evoca?

Quando la mente si allontana, riportala all’oggetto con dolcezza, stabilendo di nuovo l’esperienza dei sensi.

Quando focalizzi l’attenzione in questo modo, anche per un breve periodo, nota con gentilezza l’influenza sulle sensazioni del corpo, sui sentimenti e sulla percezione del mondo in generale.

È possibile che sorgano eventuali giudizi su questa pratica: prendine consapevolezza.

Adesso scrivi tre brevi note:

  • Descrivi l’oggetto scelto
  • Descrivi le sensazioni, i sentimenti e le percezioni del corpo
  • Descrivi i tuoi giudizi e il loro impatto sul tuo corpo e sulle tue percezioni

Attraverso l’attenzione consapevole verso il momento presente, siamo in grado di sperimentare l’esperienza in un modo più centrato sul presente e meno influenzato dalle attivazioni neurali accumulate che ci dicono che il presente e il futuro sono proprio come il passato.

 

Riferimenti

  • Badenoch, B. (2011). The brain-savvy therapist’s workbook: A companion to Being a Brain-Wise Therapist. WW Norton & Co.
Torna su