info@ilvasodipandora.org

TERAPIA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE

La Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) è un approccio di trattamento orientato al cambiamento dei pensieri, emozioni e comportamenti attuali. Il focus dell’intervento è il modo in cui le persone pensano (funzionamento cognitivo) e agiscono (comportamento). L’obiettivo centrale della TCC è modificare pensieri, interpretazioni e credenze affinché diventino più realistiche e funzionali. Non sono, infatti, gli eventi in sé a provocare ciò che sentiamo, ma il modo in cui li vediamo e gestiamo attraverso i nostri pensieri. Esaminando attentamente e da vicino il modo in cui pensiamo e interpretiamo gli eventi possiamo acquisire la capacità di modificare i nostri pattern di pensiero, diventare più oggettivi e rendere il nostro “dialogo interno” meno critico.

Uno degli obiettivi della TCC è favorire l’estinzione, che riguarda la possibilità di eliminare un comportamento disfunzionale e indesiderato, come la risposta di paura. Questo aspetto risulta molto importante per ciò che riguarda il trauma, perché in tal modo la persona può imparare a non rispondere ai trigger ambientali e fisiologici che scatenano l’arousal e i sintomi.

Le sessioni sono molto più strutturate e orientate al raggiungimento degli obiettivi rispetto a quelle di altri approcci terapeutici. La TCC è risultata efficace per moltissimi disturbi, in particolar modo per disturbi d’ansia, depressione, disturbi somatoformi, bulimia, insonnia, problemi associati al controllo della rabbia e allo stress in generale (Hofmann et al., 2012). E’ stata dimostrata, inoltre, l’efficacia dei protocolli di TCC nel trattamento del PTSD (Post-Traumatic Stress Disorder Disturbo Post-Traumatico da Stress) in vittime con storia di abuso sessuale, suffragando l’ipotesi che tale trattamento produca una significativa riduzione del pattern sintomatologico anche in persone con storie traumatiche complesse (Resick et al., 2003). Lo studio di Resick e collaboratori (2012) ha mostrato l’efficacia a lungo termine (follow-up a 6 anni) della TCC in donne sopravvissute a violenza sessuale. La TCC centrata sul trauma, infine, ha prodotto degli effetti comparabili a quelli ottenuti con l’utilizzo della tecnica EMDR (Shapiro, 2012).