info@ilvasodipandora.org

Gruppi di sintomi del PTSD: ottundimento emotivo

16

L’esposizione a un’esperienza traumatica può causare problemi sia individuali che relazionali. Non tutte le reazioni a situazioni traumatiche sono uguali,  la tua, per esempio, può essere diversa da quella dei tuoi cari o di altre persone.

Il PTSD consiste di 4 gruppi di sintomi che traggono energia l’uno dall’altro e ti tengono bloccato con la sintomatologia e le difficoltà nelle relazioni:

 

  1. Rivivere i sintomi (news Gruppi di sintomi del PTSD: rivivere i sintomi)
  2. Sintomi di iperattivazione (news Gruppi di sintomi del PTSD: sintomi di iperattivazione)
  3. Evitamento comportamentale (news Gruppi di sintomi del PTSD: evitamento comportamentale)
  4. Ottundimento emotivo

 

4.Ottundimento emotivo

 

Le persone che hanno subìto un trauma possono servirsi dell’ottundimento emotivo per diminuire il disagio associato agli stimoli che lo scatenano. Quando le persone sono esposte a un evento traumatico e si sentono estremamente angosciate, impotenti o terrorizzate, nel tentativo di affrontare tutto questo insieme di emozioni sovrastanti, si disconnettono da queste per diminuirne temporaneamente l’intensità. Questo intorpidimento è correlato alla risposta di congelamento (freeze)  che si verifica quando l’individuo si trova in una situazione a rischio di vita o comunque intensamente spaventosa e non può mettere in atto la risposta di attacco-o-fuga .

Come per sopravvivere, il corpo istintivamente diventa immobile e si rannicchia di fronte al pericolo anticipato. Nel caso del PTSD, disconnettersi dai propri sentimenti diventa una strategia generale per affrontare una serie di situazioni stressanti o angoscianti; in questo modo l’individuo può sentirsi meno ansioso o stressato in quel momento.

In molti casi, l’ottundimento emotivo avviene quasi automaticamente, per cui l’individuo traumatizzato può persino non esserne consapevole.

I sintomi comprendono difficoltà a provare una serie di emozioni, sia negative (ansia, tristezza, rabbia…) che positive (gioia e amore…). Includono anche la perdita di interesse nelle attività e nelle persone e il sentirsi distanti o tagliati fuori rispetto agli altri. L’ottundimento emotivo è particolarmente di ostacolo nelle relazioni intime perché le emozioni servono da “collante” e tiene insieme le persone. Le emozioni aiutano le coppie a sentirsi vicine e connesse e, quando non ci sono, i partner possono sentirsi distanti e disconnessi.

L’evitamento e l’ottundimento possono contribuire a generare problemi nelle relazioni sessuali che seguono un trauma. Più in generale, il sesso, l’intimità fisica e il sentirsi vulnerabili con un’altra persona possono rappresentare degli stimoli scatenanti e aumentare così l’esigenza di evitare o intorpidirsi.

L’ottundimento emotivo può, dunque, contribuire ad aumentare le difficoltà nel sentirsi sessualmente interessati e nel provare emozioni positive, a prescindere che il trauma sia stato di natura sessuale. La vicinanza fisica (intimità sessuale e affetto fisico più in generale) è un modo attraverso il quale i partner si sentono vicini l’uno all’altro. Quando il contatto fisico è fonte di disagio o stressante per almeno uno dei due, le coppie possono sentirsi distanti o lontane.

Riferimenti

  • Monson, C.M. & Fredman, S.J. (2012). Cognitive-Behavioral Conjoint Therapy for PTSD: Harnessing the Healing Power of Relationships. The Guilford Press