vai al contenuto principale

Focusing

  • News

Focusing

Eugene Gendlin, il creatore di Focusing, ha approfondito da un punto di vista metodologico l’esperienza corporea e il linguaggio che da essa deriva.

Le sue teorie sono state formulate dopo decenni di osservazione e documentazione dei risultati dei processi di crescita umana, ponendo un’attenzione meticolosa e sostenuta al “felt sense” corporeo e al modo in cui l’attenzione a questo senso lentamente emerga in nuove espressioni verbali e concettuali.

I suoi metodi mirano a insegnare alle persone a rivolgere la loro attenzione verso il “felt sense” corporeo come fonte di linguaggio.

Questo rivolgersi all’esperienza interna, apprendere ad aspettare con attenzione che qualcosa di nuovo emerga, è caratteristico di molte pratiche. Non è facile farlo. Come nella coltivazione della vita spirituale, si ha bisogno di metodi per rallentare, porre attenzione e assaporare il silenzio. La tendenza, invece, è quella di ricorrere a un pensiero e a un vocabolario dettagliato.

Quindi, queste pratiche rappresentano dei metodi per ottenere un più vasto accesso al regno non verbale, e per rimanerci per un periodo di tempo più lungo, soprattutto se paragonato al tempo che di solito si trascorre negli ambiti dei discorsi, pensieri e intrattenimento.

È questo contesto, che aiuta a stare con l’esperienza corporea non ancora verbalizzata, che si possono apprendere le pratiche corporee e il loro impatto sulla comprensione della psicoterapia e sulla formazione degli psicoterapeuti corporei.

La pratica implica insegnare alle persone ad aspettare che il movimento emerga ed evolva, all’interno di un’atmosfera di attenzione quieta. È un’attesa sostenuta, accompagnata, disciplinata per il movimento – e le parole – affinché sgorghi spontaneo, piuttosto che da movimenti abituali e consueti.

Autore/i dell'articolo

Dott.ssa Antonella Montano

Dott.ssa Antonella Montano

  • Fondatrice e Presidente della Onlus Il Vaso di Pandora, la Speranza dopo il Trauma.
  • Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale
  • Fondatrice e Direttrice dell’Istituto A.T. Beck per la terapia cognitivo-comportamentale di Roma e Caserta
  • Fondatrice e Vicepresidente CBT-Italia – Società Italiana di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
  • Certified Trainer/Consultant/Speaker/Supervisor dell’ACT (Academy of Cognitive Therapy)
  • MBSR teacher. Expert Yoga Trauma teacher certificata Yoga Alliance®-Italia/International
  • Membro dell’IACP (International Association of Cognitive Psychotherapy)
  • Membro dell’ESTD (European Society for Trauma and Dissociation)

Dott.ssa Roberta Borzì

Dott.ssa Roberta Borzì

  • Componente del comitato scientifico della Onlus Il Vaso di Pandora, la Speranza dopo il Trauma.
  • Psicologa, psicoterapeuta cognitivo-comportamentale.
  • Vanta esperienza clinica in ambito adulto, e si occupa prevalentemente di tutti i disturbi d’ansia, disturbo ossessivo-compulsivo, problematiche sessuali, disturbi di personalità con la Schema Therapy, in cui è formata attraverso training specifici e supervisione con esperti del settore. Ha anche conseguito entrambi i livelli della formazione in EMDR.
  • Socio Fondatore CBT-Italia – Società Italiana di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale.

Torna su