vai al contenuto principale

Perché le donne che hanno subito un abuso sessuale possono avere una tumescenza genitale (eccitarsi)senza provare piacere?

Sean Yoro Tutt'Art@
  • News

La tumescenza genitale è il rigonfiamento, o aumento di volume, degli organi genitali, provocato per lo più da aumentato afflusso sanguigno. Alcuni ricercatori hanno ipotizzato che possono esserci molte ragioni per cui una donna davanti a uno stimolo erotico non sperimenta un’eccitazione soggettiva anche se i suoi genitali sono attivati. La tumescenza è, infatti, una fase del ciclo di risposta sessuale. Può essere stanca, momentaneamente distratta e non focalizzata sull’eccitazione, o non consapevole delle sensazioni dei suoi genitali. Un’altra possibile motivazione per cui le donne non riportano eccitazione quando vedono immagini che non sono vissute come sessualmente eccitanti è che la tumescenza dei genitali femminili e la lubrificazione servono come risposta protettiva.

Vediamo il perché e cosa succede.

Uno studio di Suschinsky et al. (2009) ha indagato la risposta sessuale di volontari a cui venivano mostrate attraverso delle diapositive varie immagini sessuali. Mentre vedevano queste figure, i soggetti erano collegati a dei monitor sensoriali che misuravano il flusso sanguigno e la tumescenza dei loro genitali. I volontari maschi si eccitavano solo agli atti sessuali specifici che riportavano come eccitanti. Le donne tendevano ad avere una tumescenza genitale, anche quando non erano soggettivamente o sessualmente interessate a un particolare tema, a volte anche davanti a una scena di stupro. Quando alle donne poi venne chiesto di fronte a quali immagini avessero provato eccitazione, esse risposero che l’avevano provata solo di fronte quelle attività che erano state sessualmente interessanti per loro. Erano dunque inconsapevoli che i loro genitali avevano risposto con una tumescenza automatica alle immagini che loro non avevano trovato per niente attraenti. Come mai?

I genitali femminili, soprattutto la vagina, sono vulnerabili alla violenza e ad altre ferite quando vengono attaccati. Se assaliti, è produttivo per una donna lubrificarsi e avere il gonfiore genitale, poichè i genitali irrorati di sangue sono esposti a un rischio minore di essere danneggiati. Quindi vedere uno stupro o una scena di aggressione può essere il massimo dello “spegnimento”, ma l’eccitazione sessuale “si attiva” come meccanismo di protezione istintivo.

Riferimenti

  • Davis., L. (1993). Allies in Healing: When the Person You Love Was Sexually Abused As a Child. HarperCollins Publishers
  • Haines, S. (2007). Healing Sex: A Mind-body Approach to Healing Sexual Trauma. Cleis Pr.
  • Suschinsky, K.D., Lalumière, M.L., & Chivers, M.L. (2009). Sex differences in patterns of genital arousal: Measuremente artifact or true prenome? Archives of Sexual Behavior, 38(4), 559-573
Torna su