info@ilvasodipandora.org

Abusi sessuali su minori

È davvero difficile parlare di abusi sessuali e ancor più riconoscere che ogni giorno si verificano abusi sessuali su bambini di ogni età, anche molto piccoli. L’abuso sessuale su minore è diventato una delle preoccupazioni centrali della comunità e di molte iniziative professionali e legislative. A dimostrarlo il continuo aumento della letteratura in merito e il sempre maggior numero di dichiarazioni di adulti “sopravvissuti” e di servizi televisivi a tema.

Secondo il National Child Abuse and Neglect Data System (NCANDS), il 9.3 % di casi di abuso e abbandono di minore del 2005 riguardava abusi sessuali. Stiamo parlando di oltre 83.800 vittime solo nel corso del 2005 (USDHHS, 2007) e ulteriori studi parlano di numeri ancora maggiori. Inoltre le statistiche indicano che è il sesso femminile a essere più spesso vittima di abusi sessuali, anche se il numero delle vittime maschili è comunque significativo.

CHE COSA SIGNIFICA ABUSO SESSUALE SU MINORE?

La definizione legale di molestia su minore considera abuso ogni atto di una persona (adulto o altro minore) che con la forza, la coercizione o le minacce costringa un minore ad avere qualsiasi forma di contatto sessuale o di attività sessuale. L’abuso sessuale include rapporti sessuali e/o  comportamenti che prevedono toccamenti sessuali del minore, molestie senza toccamento e utilizzo del minore a scopo sessuale. A volte può non esserci nessun contatto fisico e l’abuso può avvenire online, tramite chat e/o webcam.

I toccamenti sessuali includono:

  • Accarezzamenti
  • Far toccare ad un minore i genitali di un adulto
  • Penetrare la vagina o l’ano di un minore, sia con il pene che con qualsiasi oggetto che non abbia uno scopo puramente medico

Molestie senza toccamento:

  • Esposizione indecente di parti sessuali o esibizionismo
  • Mostrare ai minori materiale pornografico
  • Far assistere deliberatamente il minore ad un rapporto sessuale
  • Masturbarsi davanti ad un minore

Utilizzo del minore a scopo sessuale:

  • Sollecitare/obbligare un minore a prostituirsi
  • Utilizzare un minore come modello per film o fotografie pornografiche

Nell’abuso online il minore può essere forzato a:

  • Inviare o postare immagini sessualmente esplicite di se stesso
  • Prendere parte ad attività sessuali tramite webcam o smartphone
  • Avere conversazioni sessuali tramite messaggi di testo o chiamate

QUALI SONO GLI EFFETTI DI UN ABUSO SESSUALE SU UN MINORE?

Gli effetti di un abuso sessuale su un minore si prolungano ben oltre l’infanzia, privando il/la bambino/a della fanciullezza, creando perdite di fiducia unite a sentimenti di colpa e comportamenti di auto-abuso. Si possono presentare condotte antisociali, depressione, confusione sull’identità, perdita dell’autostima e altri problemi emotivi molto seri. L’abuso può rendere difficile alla vittima relazionarsi in modo intimo con altre persone, nel corso della vita.

L’abuso sessuale di minore è sbagliato sia eticamente che moralmente!

COME DIMOSTRARE UN ABUSO SESSUALE

Nel caso di abuso sessuale su minore, spesso il/la bambino/a è il solo testimone e le affermazioni della vittima possono essere l’unica dimostrazione. In questi casi, il problema principale può essere “il credere alle affermazioni del minore”. Alcuni esperti attestano che i bambini non mentono mai sugli abusi sessuali e pertanto le loro dichiarazioni devono essere sempre credute.

Generalmente i casi in cui ci sono prove definite ed evidenze oggettive sono l’eccezione, ma esistono alcuni segnali. Il primo indicatore di un abuso può non essere una evidenza fisica, ma piuttosto un cambiamento o un comportamento anomalo. Poiché è difficile accettare che possano esserci stati abusi su un minore, spesso gli adulti interpretano erroneamente i segnali e le emozioni dei bambini. A volte, anche davanti alla rivelazione da parte di un minore di un abuso, le reazioni degli adulti possono essere di incredulità e rifiuto.

Gli abusi sessuali vengono scoperti:

  • Direttamente: la vittima o un familiare della vittima fa alcune affermazioni sull’abuso, cercando aiuto
  • Indirettamente: attraverso testimoni o se la vittima contrae una malattia sessualmente trasmissibile o rimane incinta

A volte il trauma da abuso è così forte che possono passare anni prima che la vittima si renda conto e riesca a parlare dell’accaduto. Alcuni adulti possono rendersi conto dell’abuso per la prima volta anche a 40 o 50 anni e rivelare la loro esperienza terrificante.

QUALI ELEMENTI OSSERVARE SE SI SOSPETTA UN ABUSO SESSUALE

In base all’età, i bambini vittime di abusi sessuali possono esibire alcuni comportamenti.

Da 0 a 3 anni:

  • Paura o pianti eccessivi
  • Vomito
  • Problemi di allattamento/alimentazione
  • Disturbi intestinali
  • Disturbi del sonno
  • Difficoltà di crescita
  • Difficoltà a ricordare come parlare o non essere in grado di farlo
  • Agire l’evento traumatico durante il gioco

Da 2 a 9 anni:

  • Paura di determinate persone, posti o attività
  • Regressione a comportamenti precedenti come bagnare il letto o avere paura degli estranei
  • Essere insolitamente appiccicosi con un genitore o un altro adulto
  • Vittimizzazione di altre persone
  • Eccessiva masturbazione
  • Emozioni di vergogna o colpa
  • Incubi o disturbi del sonno
  • Isolamento dalla famiglia o dagli amici
  • Paure ricorrenti di essere attaccato/a
  • Disturbi alimentari

In bambini più grandi o adolescenti:

  • Depressione
  • Incubi e disturbi del sonno
  • Basso rendimento scolastico
  • Promiscuità
  • Abuso di sostanze
  • Aggressività, comportamenti distruttivi o irrispettosi
  • Fughe da casa
  • Disturbi alimentari
  • Gravidanza o matrimonio precoci
  • Comportamenti suicidi
  • Rabbia nell’essere forzati da qualcuno
  • Comportamenti pseudo-maturi

COSA PUOI FARE

Proteggi il tuo bambino: insegna a tuo/a figlio/a quali sono i comportamenti sessuali adatti alla sua età e quando dire “NO” se qualcuno cerca di toccare parti intime del suo corpo o semplicemente lo/la tocca in modo da farlo/a sentire a disagio. Inoltre, osserva tuo/a figlio/a mentre interagisce con gli altri per notare se ci sono esitazioni o se è a disagio con determinati adulti. É davvero importante controllare i nostri figli e lasciarli nelle mani di persone che li proteggano.

Supporta i minori vittime di abuso sessuale: i bambini hanno bisogno di sapere che possono parlare con un adulto di cui si fidano e che saranno creduti. Le vittime di abusi necessitano di essere rassicurate e di sentirsi ripetere che non sono responsabili di ciò che è accaduto loro. Le famiglie in difficoltà possono essere supportate ed ognuno di noi può essere parte integrante del processo di aiuto.

Insegna ad altre persone cos’è l’abuso su minori: puoi parlarne all’interno di organizzazioni o gruppi di persone oppure proporre alle scuole locali programmi per educare sia gli insegnanti che gli studenti su questo problema.

Denuncia, denuncia, denuncia: se sospetti un abuso sessuale o pensi che un minore possa essere in pericolo, denuncia alle autorità locali (servizi sociali). Coloro che lavorano con i bambini possono rivolgersi alle forze dell’ordine, al tribunale dei minori o, ad esempio, chiamare il Telefono Azzurro, il Centro Nazionale Documentazione e Analisi per l’Infanzia e l’Adolescenza, l’Istituto degli Innocenti, ecc.

Ricorda: potresti essere l’unica persona che può aiutare la vittima di un abuso!